Mercato Polietilene influenzato dai ritardi delle consegne dagli Stati Uniti

Il mercato globale del polietilene (PE) nel primo semestre del 2022 si muove tra problemi logistici e costi energetici più elevati.

Si prevede che i continui ritardi nelle spedizioni, la mancanza di container, la carenza di autisti di camion e i costi di trasporto più rigidi persisteranno fino alla prima metà del 2022.

 

Alcuni trasformatori hanno iniziato il 2022 con le scorte di cui disponevano e aspettando l’arrivo dei carichi di importazione di PE lineare a bassa densità dagli Stati Uniti. Ma ci sono forti ritardi nelle consegne causate da condizioni meteorologiche avverse, aumento dei mercati del petrolio e carenza di camionisti. Ne consegue che il trend di decrescita dei prezzi delle materie prime in cui tutti speravano, resta ancora lontano.

Inoltre la differenza tra i prezzi locali di Pe e quelli in Medio Oriente e Turchia, che ha toccato  livelli massimi negli scorsi mesi, sta ancora esercitando pressioni sul mercato, tuttavia è probabile che le loro allocazioni si limitino nei prossimi mesi e che debbano optare per strategie di vendita meno competitive.

Tutta questa situazione non si è tradotta su febbraio in un miglior rendimento del mercato, persiste purtroppo un atteggiamento di attesa e di acquisti in base alle necessità da parte dei buyer.