Fainplast ottiene finanziamento di 10 milioni da Intesa Sanpaolo

Intesa finanzia riciclo e compound

Fainplast ed Electronic Systems ottengono finanziamenti per progetti di crescita sostenibile, welfare e sostegno del territorio.

Intesa Sanpaolo ha concesso a Fainplast ed Electronic Systems due finanziamenti volti alla transizione verso l’economia circolare, al sostegno del territorio e programmi di welfare.

Il compoundatore ascolano Fainplast ha ottenuto una linea di credito di 10 milioni di euro, che prevede obiettivi in termini di ESG (Environmental, Social, Governance): da un lato si pone l’obiettivo di incrementare ulteriormente il già diffuso sostegno alle attività sociali, culturali, sportive e di volontariato del territorio. Dall’altro, attuerà un programma di protezione e prevenzione sanitaria a favore dei propri dipendenti, nell’ambito delle attività messe a disposizione dal programma Welfare Hub del gruppo bancario.

fainplast

Fondata nel 1993, con sede a Campolungo (AP), Fainplast formula compound termoplastici e reticolati per l’industria dei cavi in uno stabilimento che si estende su un’area di oltre 85mila metri quadrati ospitando 20 linee di produzione con 150 addetti. L’azienda ha in catalogo oltre diecimila tipologie di prodotti, con un export del 60% in una sessantina di paesi.

Il secondo finanziamento, da 5 milioni di euro nella linea ‘green e circular’, è stato accordato da Intesa Sanpaolo a Electronic Systems, con sede a Momo (NO), società attiva nella costruzione di misuratori di spessore e controllo di processo per l’industria della gomma-plastica e, recentemente, anche nel riciclo di gomma da pneumatici fuori uso (PFU).
Due anni fa, l’azienda piemontese ha messo a punto un impianto che integra processi un tempo distinti: il recupero di gomma da pneumatici a fine vita, la devulcanizzazione del materiale e il suo reinserimento diretto in produzione. L’innovazione è stata riconosciuta dalla Commissione Europea, che ha inserito il progetto Rew-tyres nel programma di ricerca finanziata Horizon 2020. L’intervento rientra nel piano più ampio per dare supporto agli investimenti legati al PNNR.

Intesa Sanpaolo ha messo a disposizione delle aziende un plafond di 6 miliardi di euro per i progetti di circular economy e finanziamenti a tassi che decrescono in base al raggiungimento di obiettivi di sostenibilità ambientale, sociale e di amministrazione dell’impresa (ESG – Environment, Social, Governance).

© Polimerica –  Riproduzione riservata