Seri Plast con Unilever nel riciclo di plastiche

Una joint-venture rileverà l’impianto Unilever di Pozzilli, in Molise, per riconvertirlo al recupero di imballaggi post-consumo in plastica.

Seri Plast, società del gruppo Seri Industrial, ha siglato un accordo con Unilever per la riconversione all’economia circolare dello stabilimento di Pozzilli, in provincia di Isernia, appartenente al gruppo anglo-olandese. L’accordo prevede la creazione di una joint-venture paritetica tra i due partner che acquisirà lo stabilimento, assumendo gli addetti (circa 200), per riconvertirlo al riciclo di materie plastiche da imballaggi post-consumo, con una capacità pari a 130mila tonnellate annue.

Primo passo sarà la presentazione di un accordo di programma per un investimento stimato in 75 milioni euro e la condivisione delle linee guida per la sottoscrizione degli accordi parasociali, che – si legge in una nota – prevedranno, tra l’altro, la gestione operativa del management nominato da Seri Plast e la possibilità, per quest’ultima, di incrementare la propria quota di partecipazione nella newco. Tra i punti, c’è anche l’impegno a sottoscrivere un contratto di fornitura dei materiali riciclati a Unilever.

L’iniziativa rientra nel piano di sostenibilità di Unilever, che ha destinato circa un miliardo di euro al progetto “Clean Future” che prevede, tra gli altri, il dimezzamento dell’uso di plastica vergine negli imballaggi entro il 2025.

Quotata sul mercato MTA di Borsa Italiana, Seri Industrial opera attraverso due società: Seri Plast, attiva nella produzione e nel riciclo di materiali plastici per il mercato delle batterie, automotive e idro-termo sanitario; FIB, che attraverso il marchio FAAM opera nella produzione e nel riciclo di batterie al piombo e al litio per applicazioni trazione, industriali, storage e militari, oltre che nella progettazione di impianti per il riciclo delle batterie.

© Polimerica –  Riproduzione riservata