Emergenza COVID-19: come superarla?

Notevoli ritardi di consegna dovuti alla pandemia di Coronavirus

Nel giro di pochi giorni, diverse nazioni europee hanno chiuso i loro confini a causa dell’epidemia di COVID-19. Gli effetti della pandemia sui trasformatori di materie plastiche sono stati finora gestibili, anche se molti hanno sottolineato le parole “finora“, sapendo benissimo che la situazione può peggiorare.

Per quanto riguarda il materiale proveniente dall’Asia, questi problemi stanno gettando un’ombra in quanto vi sono segni di ritardi nella consegna che influenzeranno anche il ritmo di produzione dei trasformatori europei: addirittura potrebbero raddoppiare dalle 8 alle 10 settimane a causa degli attuali problemi logistici; alcuni trasportatori parlano di 15/16 settimane.

Gli effetti completi non si avvertiranno fino ad aprile/maggio. Se si verifica una drastica riduzione del numero di navi mercantili provenienti dalla Cina, dal Golfo Persico e dagli U.S.A., ne consegue che vi sarà una significativa riduzione delle importazioni per l’industria europea. Le tariffe di trasporto potrebbero aumentare a livelli mai visti prima, mentre il trasporto su strada o per ferrovia si trova già di fronte a un blocco a tempo indeterminato. L’introduzione dei controlli alle frontiere interne europee sta portando inoltre a tempi di attesa aggiuntivi, e poiché la maggior parte della plastica proveniente dall’Asia arriva in Europa attraverso i suoi maggiori porti di Rotterdam e Anversa, il trasporto oltre confine è essenziale per le forniture.

In tutte le regioni, c’è un’eccezione: l’Italia. 
Grazie alla sua produzione 100% italiana Versalis garantisce: 

– Materiale per qualsiasi tipologia di lavorazione.

– Assistenza tecnica in lingua italiana;

– Merce pronta consegna da impianti produttivi italiani;

 Tempi di consegna dimezzati grazie alla sua logistica situata in punti strategici della Penisola

 

Non aspettare la crisi,

pianifica il cambiamento della

strategia della tua azienda assieme a

Versalis Italia!